02 aprile 2009

corto d'autore per alimentare la fiducia


In questi giorni iniziano a vedersi in tv (e in futuro al cinema) le prime immagini dei cortometraggi realizzati da Ermanno Olmi, Gabriele Salvatores e Paolo Sorrentino per il progetto PerFiducia, promosso da IntesaSanpaolo. Sposando l'iniziativa, riportiamo di seguito il comunicato stampa, condividendo le idee e i principi ispiratori del progetto.

Il cinema può infondere un po’ di fiducia in questi momenti di difficoltà?
Ermanno Olmi ci ha pensato e deve aver risposto di sì. E lo stesso hanno fatto Gabriele Salvatores e Paolo Sorrentino perché insieme firmano una serie di cortometraggi d’autore per raccontare il valore della fiducia come forza positiva e vitale del Paese.
Da questi brevi film emerge un’Italia che non smette di credere nel proprio futuro. Un’Italia che vive questo momento di crisi con senso del dovere, capacità di sacrificio, e anche con solidarietà e comprensione per gli altri.
I registi, che rappresentano tre generazioni di cinema italiano di qualità, hanno creato storie molto diverse tra loro.
Olmi con Il Premio ha voluto filmare la storia vera di due studentesse che hanno vinto un premio per un progetto utile e innovativo. La fiducia in se stesse le aiuterà nella finzione e nella vita a credere al loro futuro.
Salvatores nel suo Stella ha creato una storia a sorpresa, ambientata negli anni Ottanta e ai giorni nostri, in cui la fiducia nasce tra due donne grazie alla solidarietà e alla comprensione. Sorrentino ha filmato La partita lenta, un incontro di rugby come metafora popolare e sportiva impiegata per raccontare la fiducia che, pur in una situazione di difficoltà, consente di avanzare verso una meta, neanche troppo distante.
I tre film, della durata di circa dieci minuti ciascuno, saranno proiettati al cinema e visibili su www.perfiducia.com. Saranno inoltre trasmessi in TV in edizioni da 3 minuti e da 90 secondi.

14 commenti:

Drewes ha detto...

Urca, questa mi era proprio sfuggita!

In che occasione/trasmissione verranno mostrati i corti?

Jack Torrance ha detto...

al cinema, in versione estesa, prima dell'inizio del film; in tv durante le pause pubblicitarie in forma ridotta (3 min)

Murilo Gazzo ha detto...

Ciao ho bisogno urgente di trovare 20 siti in lingua italiana esclusivamente su Sophia Loren. Se qualcuno mi sa che qualsiasi prega di inviare il link (o collegamenti) a: sieurmurilo@gmail.com

Grazie

Anonimo ha detto...

Ciao puoi partecipare a questo concorso ?

http://www.filmissimo.it/ipod-shuffle-in-regalo.html

Se lo fai puoi dire che ti ha invitato il sito di Martina ?

Grazie ;)

DNAcinema ha detto...

ciao! ha aperto i battenti il nuovo portale di cinema direttamente dagli studios di Cinecittà. News, recensioni, anteprime, foto, video e tanto altro ancora; e se vuoi collaborare con noi scrivendo recensioni scrivici @ dnacinema@yahoo.it http://dnacinema.blogspot.com/ P.S. Complimenti per il blog, ottimo lavoro! (saresti daccordo per un'affiliazione? ci terrei particolarmente...) A presto! Lorenzo

CIAk ha detto...

08 Febbraio 2010 - Questo il responso che ci siamo visti recapitare dalla Commissione per la Revisione Cinematografica del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alias la censura italiana: SENTIRSIDIRE quello che i genitori non vorrebbero mai [2010], a poche settimane dall'uscita nelle sale cinematografiche italiane, è stato vietato ai minori di 18 anni. Un altro morso alla nostra libertà di scelta e di giudizio. Non perchè ci siano scene di sesso esplicito, non perchè ci siano scene di violenza insostenibili, ma perchè il film è considerato pericoloso per le giovani menti, trattando argomenti delicati quali la pedofilia e la prostituzione giovanile. Come se il Cinema dovesse sostituirsi alle famiglie, ai professori, ai preti. Per capirci il film Albakiara è pieno di sesso e violenza, ma alla fine c'è la redenzione e questo basta perchè il divieto sia stato dato solo ai quattordici. E che dire dei terrificanti Hostel o Saw ? Il regista bresciano Giuseppe Lazzari ha rilasciato un breve commento alla singolare notizia: Non solo ci dicono che cosa è giusto ed è sbagliato, che cosa è lecito e che cosa è vietato, ma anche quello che dobbiamo scrivere e dobbiamo girare. Con un V.M.18 i ragazzi che volevano vedere il nostro film non potranno farlo. Non solo. Se il film è vietato ai diciotto anni i suoi trailer non potranno essere trasmessi in televisione e neppure al cinema, se non incollati ad altri film vietati ai minori, che praticamente non esistono più, a parte forse qualche trucido horror. Le multisale non lo potranno programmare e nemmeno esporre i manifesti. Non potrà essere trasmesso in televisione nemmeno dopo le ventidue. In sostanza questo atto barbaro, questa censura ideologica ucciderà questo film. Poco conta che sia il primo film italiano girato a 4K prodotto senza finanziamenti pubblici (FUS), quello che conta è che qualcuno in questo paese vuole decidere quello che possiamo o non possiamo vedere. Vuole ridurre anche il cinema ad una grande fiction televisiva, dove tutti i sentimenti sono patinati, un cinema dove si possano vedere veline che si tolgono le mutande nel gioco delle corna dei film di Natale, le gare di rutti e peti (queste, sì, immagino, educative) ma non qualcosa che racconti un pezzo del nostro paese. Ora noi ricorreremo in appello contro questa decisione ministeriale, ma abbiamo bisogno del sostegno di tutti. Fate circolare la notizia, diffondete il trailer!
http://www.youtube.com/watch?v=BPlGs_7JPYA

Anonimo ha detto...

Ho trovato un offerta con kgbdeals!
Buono sconto a 1 euro per andare al cinema.
Questo è link:
http://www.kgbdeals.com/?utm_source=sbx&utm_medium=viral&utm_campaign=cinema

Anonimo ha detto...

Manca poco alla scadenza di Provolone Valpadana Short Film Award, il concorso di cortometraggi che dà spazio alla fantasia e all'estro dei giovani registi. Per partecipare basta scrivere un soggetto per un corto di non più di 60 secondi ispirato al tema "mordi l'attimo" e caricarlo sul sito www.valpadanashorts.com entro il 31/10/2010.Una giuria di esperti selezionerà le opere migliori, le più ironiche e divertenti. Ai primi tre selezionati sarà assegnato un contributo di 1200 euro.
Per maggiori informazioni: info@valpadanashorts.com


Sara Radaelli

Provolone Valpadana Short Film Award
Via Lambruschini 36
20156 – Milano
tel: 02 713613
info@valpadanashorts.com
www.valpadanashorts.com

lukascad ha detto...

I really enjoyed this post. You write about this topic very well. There are many cherished moments in life, why not wear a beautiful dress! When looking back on special memories of your child wearing a gorgeous dress, it will make a fond memory.

online pharmacy

voxoflow ha detto...

Great writing! I want you to follow up to this topic!?!

online pharmacy

Cinemonoscopio ha detto...

http://ilcinemonoscopio.myblog.it/

Anonimo ha detto...

Io vorrei solo consigliare un altro bel film appena visto:
http://www.youtube.com/watch?v=aNZLu3TLdyg

Anonimo ha detto...

Ciao, se vuoi fare recensioni su cinema meno noto, sei il benvenuto nel nostro sito www.ultimociak.com
Abbiamo varie sezioni, cinema indipendente, speciale festival, news, weekend al cinema. Cerchiamo collaboratori.
Siamo presente anche su fb alla pagina ultimociak (o puoi aggiungermi Maurizio Cipolla)

http://www.facebook.com/pages/Ultimociak/149585225129200

Ti aspettiamo

Puoi scriverci a
redazione@ultimociak.com

Ciao

Maurizio

Film Strappalacrime ha detto...

Ciao, sono Cristina (Cry per gli amici). Leggo spesso i tuoi post e ho anch'io un blog. Sono una grande appassionata di cinema, in particolare di quei film drammatici che sanno farti restare incollata allo schermo.
Ti andrebbe di iniziare una collaborazione? Scrivimi su lascatoladelleemozioni@gmail.com che ti spiego cos'ho in mente...